Luxury retail: statistiche, nuovi trend e previsioni

Pubblicato da Antonella Ratti | aggiornato il 17 marzo 2022
Mi puoi trovare su:

🕓 Tempo di lettura: 4 minuti

luxury retailLa pandemia ha messo a dura prova il luxury retail, a causa delle chiusure forzate protratte per molti mesi. Nonostante ciò, è stato uno dei settori che ha saputo reagire e riprendersi in modo più veloce e deciso e sembra destinato a continuare a evolversi.

Quali sono le nuove tendenze e le previsioni per il futuro? Ne parliamo nell’articolo di oggi!

Com’è cambiato il luxury retail dopo la pandemia?

La centralità del consumatore non è mai stata così rilevante come oggi. Le persone chiedono esperienze d’acquisto senza interruzioni attraverso diversi canali di vendita e danno sempre maggiore importanza alla convenienza, ma anche alla sostenibilità, all’inclusività e alla responsabilità sociale dei brand.

In particolare, ci sono quattro aspetti da prendere in considerazione, destinati a influenzare in modo profondo le dinamiche globali:

  • la trasformazione digitale e la diffusione dell’online
  • il ruolo preponderante di Millennials e Generazione Z
  • l’importanza della raccolta dei dati
  • la sostenibilità sostenibile

Vediamoli nel dettaglio.

L'online supererà gli altri canali di vendita?

I continui lockdown che hanno caratterizzato gli scorsi anni sono stati il perfetto trampolino di lancio per le vendite online, anche nel settore lusso.

I marchi cosiddetti early adopter, ovvero più inclini ad accogliere le ultime novità in ambito fashion retail, hanno visto crescere le vendite in modo esponenziale. Coloro che invece si sono dimostrati meno propensi alle tecnologie digitali si sono dovuti adattare in modo rapido per mantenere un certo vantaggio competitivo.

New Call-to-action

I dati di una ricerca di Bain & Company affermano che la percentuale di vendite online è quasi duplicata, passando dal 12% nel 2019 al 23% nel 2020. Secondo questo rapporto, l’online diventerà il canale preferenziale per la vendita di beni di lusso entro il 2025.

Questo non significa che gli store fisici siano destinati a scomparire, ma che devono evolversi e adattarsi a questa nuova realtà, massimizzando la customer experience. Abbracciare le nuove tecnologie e i canali digitali permette di offrire un’esperienza personalizzata e di valore, costruita su misura per i clienti.luxury retail

Gli strumenti di clienteling servono proprio ad avere una visione più precisa delle informazioni, analizzando i dati su cui basare le strategie di marketing e le campagne di fidelizzazione.

In un contesto come questo, avere un sito web all’avanguardia, ma anche semplice e intuitivo, e un’applicazione gestione boutique per dispositivi mobili è fondamentale per incrementare le vendite e far crescere il business.

L’aumento delle vendite online mette in luce un altro aspetto, ovvero il ruolo dei consumatori più giovani nel luxury retail.

Generazione Z e Millennials sono il motore dell’industria del lusso

Nel report di Bain & Co - che se desideri è scaricabile a questo link - si legge come queste due generazioni, sommate, rappresenteranno il 70% del mercato del lusso entro il 2025 e contribuiranno alla crescita del mercato del lusso fino al 130% dal 2019 al 2025, influenzando le abitudini di consumo con il loro approccio orientato alle tecnologie e al digitale.

I retail del lusso devono capire come approcciare queste categorie di acquirenti per avere successo nel prossimo futuro, considerando la loro natura di nativi digitali. Non solo: valori come integrità, autenticità e attenzione alla sostenibilità da parte dei brand sono considerati molto importanti dai più giovani.

retail luxury

Esperienze digitali data-driven

Le esperienze sono sempre state fondamentali nel mondo del luxury retail e oggi lo sono ancora di più. La raccolta di dati sulle abitudini di consumo e sulle preferenze dei clienti è di cruciale importanza, per offrire esperienze sempre più personalizzate e ottenere un vantaggio competitivo.

E questo non vale solo per il canale online.

Raccogliere dati sui clienti permette anche allo staff in punto vendita di sfruttare le informazioni per creare un rapporto di fiducia con i clienti, consigliando prodotti in linea con le loro preferenze e supportandoli in ogni decisione. Assume così il ruolo di personal shopper, sempre più strategico per i brand, perché permette di fidelizzare il pubblico.

Sostenibilità sostenibile: verso un approccio olistico ai valori

Soprattutto a seguito della pandemia, il tema della sostenibilità è diventato sempre più rilevante per i consumatori, che preferiscono acquistare da aziende con una reputazione solida anche in quest'ottica. La sostenibilità però non riguarda solo i materiali utilizzati, bensì l’intero processo produttivo.

Le giovani generazioni chiedono un’attenzione totale agli aspetti legati alla protezione del pianeta: dal risparmio energetico, all’economia circolare, alla riduzione degli sprechi, fino al rispetto dei diritti umani.

luxury retail sostenibilitàI brand del lusso devono ripensare i loro modelli di business e la capacità di comunicare questi valori attraverso tutti i possibili canali.


Ciò che emerge da queste considerazioni è il fatto che investire in tecnologie digitali sarà sempre più strategico per fidelizzare i clienti, aumentare il fatturato e ottenere ROI.

Dotarsi di software all’avanguardia che permettano di gestire ogni punto vendita in modo centralizzato e condiviso è più che mai fondamentale per offrire un’esperienza eccellente e unificata attraverso ogni canale di vendita.

Vuoi scoprire la soluzione più innovativa presente sul mercato per il luxury retail? Prenota una demo gratuita e personalizzata della piattaforma numero uno per il fashion retail!

New Call-to-action

Argomenti: Fashion, clienteling, luxury retail

Nel blog dedicato al settore, puoi trovare consigli utili e restare aggiornato sulle novità per gestire al meglio i tuoi punti vendita fashion retail, digitalizzando i processi per incrementare l’efficienza.

Iscriviti al Blog Fashion per ricevere le notizie direttamente nella tua casella di posta!

Iscriviti alla newsletter

New Call-to-action

Post Recenti