Registratore telematico e server RT: cosa devono sapere i retailer?

Pubblicato da Giulio Barbuzzi | aggiornato il 25 febbraio 2020
Mi puoi trovare su:

🕓 Tempo di lettura: 4 minuti

registratore telematico

Le disposizioni del D.Lgs. n. 127 2015 prevedono l’obbligo di modificare il processo di invio telematico dei corrispettivi all'Agenzia delle Entrate per tutti i retailer che operano in regime di defiscalizzazione e non intendono tornare al regime fiscale.

La normativa prevede l’utilizzo di registratore telematico o di server RT a seconda del numero di stampanti fiscali presenti nel punto vendita. In questo articolo approfondiremo tutte le specifiche per adeguare gli store alla nuova legge fiscale.

Cos'è il registratore telematico?

Il registratore telematico è lo strumento che permette di comunicare, in via elettronica e direttamente dalla cassa, gli incassi giornalieri all'Agenzia delle Entrate, rispettando la procedura definita dal Decreto Legge 127/2015 in merito all'invio telematico dei corrispettivi.

I retailer che optano per i registratori telematici, dunque, sono esentati dall'obbligo di tenere e manutenere il registro dei corrispettivi imposto dall'Art. 24, primo comma, del D.P.R. 633 del 1972. Grazie a questi nuovi strumenti, infatti, i dati vengono memorizzati e trasmessi direttamente all'Agenzia delle Entrate in modalità telematica, assicurandone sicurezza e inalterabilità nell'invio.

Qual è la differenza rispetto al registratore di cassa nella gestione operativa quotidiana?

Non c’è alcuna differenza, perché i dati di vendita vengono digitati come da abitudine allo stesso modo si effettua la chiusura di cassa giornaliera. Sarà il registratore telematico a elaborare i dati memorizzati, a preparare e a sigillare elettronicamente il file contenente i corrispettivi per poi trasmetterlo all'Agenzia delle Entrate.

New Call-to-action

Le differenze riguardano principalmente i costi di manutenzione, perché la verifica periodica passa dall'essere obbligatoria ogni anno a ogni 2. Un altro vantaggio riguarda la conservazione dei documenti cartacei, non più necessaria; lo scontrino rilasciato al cliente ha una validità esclusivamente commerciale e funge quindi da garanzia per gli acquisti, in caso di reso.

Cosa sono i Server RT?

I server RT sono server di consolidamento dei registratori telematici, obbligatori dal 1° gennaio 2019 per i punti vendita con 3 o più stampanti fiscali, come previsto dal Decreto 127/2015. La loro funzione è raccogliere i dati dei punti cassa, sigillarli e inviarli all'Agenzia delle Entrate in modalità telematica.

Il Server RT contiene il modulo fiscale previsto dalla normativa, a questo link potete trovare le specifiche tecniche che l’Agenzia delle Entrate ha redatto in merito alla memorizzazione elettronica e alla trasmissione telematica dei corrispettivi.

Quali sono le proposte a disposizione dei retailer?

Per adeguarsi alla normativa sull'invio telematico dei corrispettivi entro la scadenza prevista del 31 dicembre 2018, i produttori e i distributori di software gestionali per i negozi si sono attivati per offrire le soluzioni più adatte a ogni settore.

È bene specificare che i punti vendita hanno facoltà di decidere di adottare il nuovo regime previsto dal Decreto 127/2015 anche prima della scadenza ultima del 31/12/2018. In questo modo, possono anticipare i tempi di roll-out e ottimizzare i processi, grazie a una maggiore conoscenza dei sistemi.

L’offerta di Gamba Bruno introduce elementi unici e innovativi per andare incontro alle esigenze di ogni retailer, con la possibilità di prevedere le possibili criticità e un processo di integrazione semplice.

Dal punto di vista infrastrutturale, il server RT proposto consente la realizzazione di un concentratore che opera da remoto e consente di posizionare i server presso la sede centrale della catena di negozi e non necessariamente in ogni singolo store.

All'interno della sala server, ciascun server RT reca poi il sigillo di certificazione corrispondente al punto vendita della catena, con un duplice beneficio:

  • la semplificazione delle operazioni di verifica
  • la riduzione dei costi di manutenzione

In caso di apertura di nuovi punti vendita, il vantaggio della gestione da remoto risulta immediato, perché non è più necessario che tutta l’infrastruttura venga installata, verificata e certificata in loco.

Da un punto di vista architetturale, invece, grazie reintroduzione di un adapter tra e il software per il punto cassa e la componente che comunica i dati all’Agenzia delle Entrate, viene facilitata la gestione di eccezioni, quella di eventuali modifiche normative e persino la possibilità di integrazione in caso di fusioni o acquisizioni tra due diversi brand. L’adapter serve a garantire la continuità e l’omogeneità dei dati da inviare in via telematica all’Agenzia delle Entrate.

Cosa accade agli scontrini? Gli scontrini di vendita che per la precisione ora sono dei documenti commerciali prevedono 3 tipologie di transazione: vendita, reso e annullamento. L’applicazione gestionale del punto cassa, collegata a una stampante non fiscale per la stampa dei documenti commerciali, è già provvista delle impostazioni del layout, in compliance con la precisa normativa specificata dall'Agenzia delle Entrate. Tutti gli altri documenti che vengono stampati dal software di cassa, come i coupon, la distinta di versamento degli operatori di cassa o i voucher di pagamento, non vengono considerati documenti fiscali, quindi non sono inviati al server RT.


Se vuoi affidarti a un partner competente che ti aiuti ad analizzare le caratteristiche dei punti vendita e a valutare la soluzione più adatta per rispondere agli adempimenti all'Art. 2 del D.Lgs. del 5 agosto 2015 n. 127, prenota una consulenza gratuita cliccando qui!

New Call-to-action

 

Argomenti: Fashion, software di cassa, franchising abbigliamento, invio telematico corrispettivi

Nel blog dedicato al settore, puoi trovare consigli utili e restare aggiornato sulle novità per gestire al meglio i tuoi punti vendita fashion retail, digitalizzando i processi per incrementare l’efficienza.

Iscriviti al Blog Fashion per ricevere le notizie direttamente nella tua casella di posta!

Iscriviti alla newsletter

New Call-to-action

Post Recenti