Ghost kitchen: perché avviarla e come gestirla?

Pubblicato da Ivano Schieppati | aggiornato il 18 febbraio 2021
Mi puoi trovare su:

🕓 Tempo di lettura: 4 minuti

ghost kitchenLe ghost kitchen sono un fenomeno di cui si parla già da qualche anno, ma di certo la pandemia ha contribuito alla loro diffusione e affermazione come valido modello di business. Da molti le cucine “chiuse” sono considerate la nuova frontiera del delivery, un’alternativa all’apertura di locali tradizionali.

Continua a leggere questo articolo per scoprire i nostri consigli sulla gestione efficace di una cucina fantasma.

Ghost kitchen: quando il modello Amazon influenza la ristorazione

Servizio veloce, enorme possibilità di scelta, attenzione al cliente e ottimo rapporto qualità prezzo. Amazon ha abituato a tutto ciò e i clienti ricercano la stessa esperienza in ogni settore, compresa la ristorazione.

Da questa esigenza nascono le cucine fantasma, spazi destinati alla preparazione di cibo d’asporto o da consegnare a domicilio. Queste cucine non prevedono la possibilità di accogliere clienti, come nei ristoranti tradizionali: non vi sono quindi tavoli, né personale in sala.

Un formato che modificherà il settore ristorazione

Secondo UberEats, entro il 2025 in Europa il numero di dark kitchen supererà quota 5mila.

È un modello che ridefinisce il ruolo degli operatori della ristorazione, delle pietanze preparate e del cliente, sempre più al centro di un’esperienza di consumo che lui stesso è in grado di definire.

I consumatori oggi non sono passivi, ma sono dotati di tutti gli strumenti e le informazioni per essere protagonisti dell’intero journey.

Proprio in quest’ottica si collocano le nuove tecnologie digitali che diventano un prolungamento della comunicazione tra brand e clienti.

New call-to-action

Le aziende del settore hanno l’opportunità di offrire un’esperienza sempre più personalizzata e unica ai consumatori, dando loro la possibilità di:

  • reperire le informazioni in modo semplice
  • effettuare un ordine senza incorrere in problemi
  • ricevere i piatti a casa in poco tempo

Le cucine fantasma sono quindi un esempio di come la rivoluzione digitale stia diventando parte integrante del processo d’acquisto e di come possa essere sfruttata per rendere il cliente autonomo e attivo, semplificando ogni operazione.

Oltre la trasformazione digitale: come ripensare il customer journey

Interazione, coinvolgimento e ristorazione omnichannel sono le parole chiave più importanti oggi nel settore.

ghost kitchenPer raggiungere questi obiettivi, è necessario conoscere a fondo i clienti, le loro abitudini e preferenze.

Tutto questo si può realizzare proprio grazie alle tecnologie sempre più avanzate, che permettono di raccogliere un’enorme quantità di dati.

Le informazioni sono da utilizzare nel rispetto delle normative vigenti in merito al trattamento dei dati personali, per offrire ai clienti esperienze uniche e personalizzate.

I brand del settore della ristorazione hanno così la possibilità di avviare strategie mirate ed efficaci, volte a favorire la fidelizzazione e aumentare i profitti. Dall’altro lato, i consumatori ottengono ciò che cercano, senza sforzo.

È necessario però essere in grado di gestire il ristorante in modo efficiente, ottimizzare i processi e coordinare al meglio tutte le attività, come:

  • preparazione dei piatti
  • monitoraggio degli ordini attraverso i diversi canali
  • gestione dei pagamenti
  • distribuzione tramite corrieri o aggregatori
  • controllo dei costi

Oltre a questo, risulta fondamentale ottimizzare le occasioni di contatto tra consumatore e negozio in ogni fase del percorso d’acquisto.

App, sistemi di digital reward, realtà aumentata, proximity marketing, chioschi interattivi, menù digitali e pagamenti elettronici sono gli strumenti essenziali che accompagnano il cliente e lo guidano nel suo viaggio digitale, raccogliendo dati fondamentali per elaborare nuove strategie.

Quali sono i vantaggi delle dark kitchen?

Le opportunità offerte dal mercato sono grandi, soprattutto considerando il ruolo preponderante che il delivery ha avuto e continua ad avere nell’emergenza Covid-19.

Anche le persone meno avvezze a questo tipo di servizio si sono rese conto della sua comodità e semplicità e non vorranno rinunciarci in futuro.

ghost kitchenNon bisogna poi dimenticare i vantaggi economici, grazie all'ottimizzazione delle spese di gestione.

Le ghost kitchen permettono di ridurre gli investimenti diretti e rendono più agile la gestione del prodotto, garantendo l'eccellenza a livello operativo.

La possibilità di offrire al cliente un’esperienza personalizzata e sempre più digitale è la chiave del successo di questo nuovo modello di business.

Sembra che le cucine fantasma siano destinate ad assumere un ruolo centrale nel settore della ristorazione.

Bisogna però porre l’accento su un punto importante: aprire una dark kitchen significa rinunciare al rapporto diretto con il pubblico. I ristoratori devono quindi trovare modi alternativi per instaurare una relazione di fiducia con i clienti.

Sempre in ottica di trasformazione digitale, la presenza sulle piattaforme social è irrinunciabile.

Sono questi i mezzi che permettono di comunicare in maniera immediata e diretta con le persone, anche coinvolgendole nelle attività quotidiane e nelle operazioni della cucina.

Oltre a comunicare sconti e promozioni, i social network sono uno strumento efficace per incuriosire i clienti e invogliarli a provare i servizi offerti.


In questo articolo, abbiamo parlato di come sia cambiato il ruolo del consumatore nel processo d’acquisto e di quanto sia importante per le imprese della ristorazione riuscire a offrire un’esperienza unica, personalizzata e di valore.

Ottimizzare le occasioni di interazione tra brand e cliente è cruciale per mantenere una comunicazione viva e fluida, senza interruzioni.

Proprio con queste finalità, Gamba Bruno e Timeware hanno sviluppato DICA! Powered by Imagonist che ti può aiutare a:

  • promuovere strategie omnichannel
  • generare occasioni di interazione in ogni fase del journey
  • coordinare i processi interni del locale

Se vuoi scoprire la nuova piattaforma per la trasformazione digitale nella ristorazione, richiedi una demo gratuita!

New call-to-action

Argomenti: gestione ristorante, fidelizzazione clienti, ristorazione veloce, dark kitchen, DICA!

Nel blog dedicato al settore della ristorazione, puoi trovare consigli utili e restare aggiornato sulle novità per gestire al meglio i tuoi locali, digitalizzando i processi per incrementare l’efficienza.

Iscriviti al Blog Hospitality per ricevere le notizie direttamente nella tua casella di posta!

Iscriviti alla newsletter

New call-to-action

Post Recenti