Le novità nei menù delle catene di fast food per attrarre clienti

Pubblicato da Ivano Schieppati | aggiornato il 13 ottobre 2020
Mi puoi trovare su:

🕓 Tempo di lettura: 4 minuti

catene di fast foodIl settore della ristorazione è stato tra i più colpiti dalla crisi che si è generata con la pandemia da Covid-19. Prima le chiusure obbligate, poi la necessità di adattarsi rapidamente alla richiesta di cibo da asporto per ripartire in modo parziale, infine la riapertura, con tutte le limitazioni previste dalle norme anti-contagio, hanno portato le catene di fast food e fast casual a riadattare le strategie.

Continua a leggere questo articolo per scoprire alcuni esempi di ristoranti statunitensi che hanno saputo introdurre novità efficaci nei loro menù, per attrarre e fidelizzare i clienti.

Da chi è composto il pubblico delle catene di fast food?

catene di fast foodIn Italia, le catene di fast food sono frequentate prevalentemente da un pubblico giovane: non a caso, uno degli obiettivi delle strategie di marketing è la digitalizzazione dei locali, proprio per attrarre e fidelizzare i nativi digitali, migliorando la loro esperienza di consumo.

Ma anche le famiglie con figli al seguito non possono essere escluse dal restaurant marketing, con promozioni dedicate a chi è attento sia alla qualità, sia all’aspetto economico del cibo.

New Call-to-action

Alcuni esempi di menù proposti dalle catene di fast food e fast casual negli USA

Non potendo riportare le famiglie a frequentare i propri locali, per via delle forti restrizioni ancora attive in diversi Stati, molte catene di fast food negli USA hanno previsto dei menù delivery, dedicati ai clienti più attenti al budget.

Ecco alcuni esempi di strategie che puntano ad attirare i gruppi di 4 o 5 persone, con “offerte famiglia”.

Dickey’s Barbecue Pit è una catena specializzata in barbecue di circa 500 ristoranti a conduzione familiare nata a Dallas, in Texas, che ha lanciato la proposta Classic Family Pack, una cena abbordabile per tutte le famiglie, da parte di un’altra famiglia, quella dei Dickey appunto.

Il menù costa circa 35 dollari e prevede quattro porzioni di pulled pork e punta di petto, accompagnate da pane e contorni tipici della cucina texana: patate, salsa barbecue, cetriolini, cipolle, fagioli e insalata di cavolo.

Ma non è questo l’unico caso di catene di fast food e ristoranti fast casual che offrono promozioni simili. Il motivo? La risposta dei clienti è ottima, soprattutto quando l’asporto e il delivery sono l’unica opzione praticabile per gustarsi i piatti dei propri locali preferiti.

Cowboy Chicken è un’altra catena con sede a Dallas, Texas, che è riuscita a mantenere operativi 17 dei suoi 23 punti vendita, con il servizio di delivery e di asporto, proponendo i suoi menù a base di pollo con offerte per quattro o sei persone. La promozione prevede un pollo intero a 25$ (o un pollo e mezzo, nel menù da 6, venduto a 35$), verdure, pane o patatine e salse, ma anche enchiladas e contorni per 4, sempre a 25$.

Qdoba Mexican Eats è una catena di ristoranti fast casual con sede a San Diego, California, che ha più di 700 locali tra gli Stati Uniti e il Canada. La proposta culinaria è in stile messicano e la loro promozione dedicata alle famiglie parte da poco meno di 35$, con tutti gli ingredienti per creare dei burritos per cinque persone e, come contorno, delle chips di mais da gustare con salsa guacamole.

Rimanendo in ambito casual, troviamo anche Romano’s Macaroni Grill che propone i piatti della cucina italoamericana, come mac & cheese, fettuccine Alfredo con pollo e spaghetti bolognese, con menù per cinque persone che partono da 25$. Sono previsti anche degli extra, con l’aggiunta di 10$, ad esempio il contorno di cavolini di Bruxelles, i ravioli al formaggio o la torta al cioccolato.

L’obiettivo dei menù, secondo il CEO di Romano’s, è offrire ai clienti una proposta di valore che sia allo stesso tempo conveniente e variegata. Sono questi gli elementi chiave da enfatizzare nel settore della ristorazione, oggi alle prese con una delle sfide più complesse di sempre, per emergere e cogliere ogni opportunità di guadagno.

Concludiamo con alcune catene di fast food e le loro offerte famiglia: Steak ’n Shake’s nei suoi 500 locali propone il menù per quattro persone con cheeseburger, patatine e bevande a 19,99 dollari; Zaxby’s offre 20 bastoncini di pollo o 30 ali di pollo con contorni a 24,99$ (sempre per 4 persone).

Il cibo continua a rappresentare una forma di coccola per le famiglie americane: questi menù dedicati alle famiglie, che garantiscono qualità a prezzi contenuti, sono stati creati per dimostrare vicinanza ai clienti alle prese con una situazione difficile, la stessa che stanno vivendo le catene di fast food e fast casual.


Nell’articolo di oggi, abbiamo visto come anche i menù si siano evoluti per andare incontro alle esigenze dei consumatori. Calcolare il food cost e stabilire i prezzi però rischia di diventare complicato se non si dispone degli strumenti giusti. NCR Aloha è la suite più completa per il mondo della ristorazione: scopri tutte le sue funzioni avanzate e user-friendly, ti offriamo una demo gratuita e personalizzata!

New Call-to-action

Argomenti: Hospitality, fast food, catene ristoranti

Nel blog dedicato al settore della ristorazione, puoi trovare consigli utili e restare aggiornato sulle novità per gestire al meglio i tuoi locali, digitalizzando i processi per incrementare l’efficienza.

Iscriviti al Blog Hospitality per ricevere le notizie direttamente nella tua casella di posta!

Iscriviti alla newsletter

New Call-to-action

Post Recenti