Perché i totem per ordinazioni sono tra i touchpoint più apprezzati

Pubblicato da Alfredo Fabbri | aggiornato il 11 febbraio 2021
🕓 Tempo di lettura: 5 minuti

totem per ordinazioniI processi di digitalizzazione hanno rivoluzionato il settore della ristorazione, con l’obiettivo di rispondere alle esigenze dei consumatori attraverso esperienze fluide e personalizzate. In questo scenario, si diffondono i totem per ordinazioni, strumenti che migliorano la gestione dei processi interni del locale, promuovendo il concetto di self.

Nell’articolo di oggi vediamo perché coinvolgono sempre più realtà.

Totem per ordinazioni: un elemento cruciale nella strategia omnichannel

I chioschi interattivi per la presa delle comande sono piuttosto diffusi nel settore della ristorazione, soprattutto veloce.

Si tratta di strumenti touchscreen dalla struttura verticale che consentono ai clienti di comporre il menù, finalizzare un ordine e procedere con il pagamento in modalità self.

Il totem multimediale è una colonna con un monitor ad alta definizione che comunica informazioni o promozioni in formato digitale.

I totem guidano la trasformazione digitale nella ristorazione, promuovendo un’interazione autonoma e senza barriere da parte della clientela.

Inoltre, offrono la possibilità di vivere una customer experience coinvolgente e personalizzata, perché si integrano con gli altri touchpoint.

New call-to-action

Siamo di fronte a uno degli elementi su cui si fonda l’omnichannel, ovvero la strategia che applica tecnologie innovative integrate per arricchire il customer journey.

Perché i totem per ordinazioni migliorano l’esperienza cliente?

I chioschi per comande fanno parte del ventaglio di soluzioni capaci di offrire un percorso digitale completo, per continuare a creare valore anche dopo l’acquisto.

L’obiettivo è generare occasioni di interazioni tra brand e cliente, lavorando in sinergia con altri strumenti quali:

I chioschi per finalizzare le ordinazioni in autonomia sono particolarmente apprezzati dai consumatori, perché riflettono l’evoluzione che ha subito il loro ruolo nel tempo.

Attraverso un percorso self, il cliente conferma la propria posizione da protagonista nei processi decisionali.

totem per ordinazioni Dal punto di vista dei brand, in questa fase sono cruciali la raccolta e l’elaborazione dei dati, nel pieno rispetto delle normative GDPR in tema di protezione dei dati.

Questi elementi si rivelano efficaci – oltre che indispensabili - per coinvolgere e fidelizzare il pubblico di oggi.

I touchpoint assumono un ruolo attivo, grazie all’integrazione di informazioni precise sulla clientela nel CRM, come ad esempio:

  • storico degli acquisti
  • modalità di pagamento preferita
  • canali utilizzati per l’interazione

Ti proponiamo alcuni casi pratici che illustrano i vantaggi dei totem per ordinazioni quando fanno parte di un sistema evoluto e interconnesso.

1. Personalizzazione dell’offerta

Utilizzando il totem, il cliente può identificarsi tramite app mobile o carta fedeltà, avviando un flusso interattivo che mette in contatto i diversi canali in tempo reale.

In questo modo, i brand hanno la possibilità di comunicare iniziative dedicate, mentre il pubblico dispone di un servizio personalizzato e studiato su misura.

Sulla base delle preferenze espresse o degli acquisti abituali, il sistema può suggerire combinazioni extra menù o proporre alternative, ad esempio qualora il piatto richiesto fosse esaurito.

2. Benefici legati al profilo

Il cliente trova i punti fedeltà accumulati con l’ordine caricati in modo automatico.

Inquadrando un QR code con lo smartphone, può ottenere o riscattare un coupon di sconto.

totem per ordinazioniFin qui, abbiamo parlato dell’impatto delle tecnologie innovative sull’ottimizzazione dell’esperienza cliente nella ristorazione.

È naturale porsi una domanda: solo chi ha dimestichezza con gli strumenti digitali ha accesso a un journey completo e allineato alle proprie aspettative? La risposta è no, perché l’omnichannel riguarda tutte le generazioni.

Così come gli altri strumenti integrati, i chioschi per ordinazioni non sostituiscono l’esperienza d’acquisto fisica.

L’obiettivo della ristorazione è rispondere a esigenze diverse, sia delle generazioni che accompagnano la rivoluzione digitale – come i millennial – sia di chi predilige percorsi tradizionali.

Infine, non possiamo trascurare l’impatto della trasformazione tecnologica sul contenimento di COVID-19. L’integrazione di soluzioni innovative si è rivelata decisiva per guidare il cambiamento nel settore della ristorazione, in un periodo storico di forti incertezze.

La digitalizzazione permette di fidelizzare la clientela, ma offre anche un efficace supporto all’operato dello staff, soprattutto in momenti di particolare affluenza.

Potendo contare su sistemi automatici per la presa delle comande, i ristoratori possono gestire al meglio i flussi e le code, garantendo il distanziamento tra le persone.


Gamba Bruno SpA ha sviluppato DICA! Powered by Imagonist, la soluzione che rivoluziona l’esperienza cliente e risponde alle esigenze del settore.

La piattaforma permette di acquisire ed elaborare informazioni sul cliente in modo autonomo, creando flussi di comunicazione tra diversi touchpoint, in tempo reale. Per conoscere le altre funzioni dei totem per ordinazioni e non solo, richiedi una demo gratuita!

New call-to-action

Argomenti: Hospitality, fidelizzazione clienti, customer experience, digitalizzazione punto vendita, DICA!

Nel blog dedicato al settore della ristorazione, puoi trovare consigli utili e restare aggiornato sulle novità per gestire al meglio i tuoi locali, digitalizzando i processi per incrementare l’efficienza.

Iscriviti al Blog Hospitality per ricevere le notizie direttamente nella tua casella di posta!

Iscriviti alla newsletter

New call-to-action

Post Recenti