Fast checkout significato & importanza in tempi di COVID-19

Pubblicato da Roberto Madaschi | aggiornato il 12 maggio 2020
Roberto Madaschi
Mi puoi trovare su:

🕓 Tempo di lettura: 3 minuti

 fast checkout significatoL’emergenza causata dalla pandemia COVID-19 ha letteralmente sconvolto le abitudini quotidiane delle persone e le attività commerciali. Sebbene, rispetto ad altri settori, la grande distribuzione abbia potuto mantenere aperti i propri punti vendita, pur con regole specifiche, i rischi per la redditività sussistono. Nell’articolo di oggi, scopriremo quali sono le soluzioni a disposizione delle insegne della GDO per velocizzare le operazioni, accontentare il maggior numero possibile di clienti e rispettare le norme di sicurezza.

La situazione della grande distribuzione in tempi di COVID-19

Le norme che si pongono l’obiettivo di salvaguardare la salute e la sicurezza pubbliche prevedono che tra i clienti che frequentano i punti vendita della GDO vi sia almeno 1 metro di distanza. Ciò comporta che gli ingressi siano contingentati, per evitare la creazione di assembramenti nel supermercato, e che possano crearsi (anche lunghe) code.

I contatti tra i clienti e lo staff devono essere il più possibile limitati e, per questa ragione, emerge la necessità di dotarsi di strumenti e tecnologie per snellire le operazioni di pagamento.

Anche il tempo a disposizione per fare la spesa è un fattore da considerare: da un lato la situazione decisamente anomala ha reso l’esperienza d’acquisto meno piacevole e tranquilla; dall’altro lato, la sensazione di fretta, per lasciare spazio alle altre persone in attesa e dopo avere perso qualche minuto di troppo in coda, ha portato a una riduzione del tempo trascorso nei punti vendita.

Le conseguenze riscontrate dalle insegne della GDO sono:

  • una consistente riduzione delle vendite ai banchi, con una maggiore richiesta di prodotti confezionati
  • una minore efficienza operativa, dovuta alla riduzione delle persone che possono lavorare nel medesimo turno
  • la necessità di attivare (o rafforzare) strumenti di shopping veloce, come la spesa online, il click and collect e i sistemi di fast checkout

soluzioni self retail

Dal punto di vista della clientela, l’idea di dovere attendere troppo a lungo fuori dal punto vendita, magari sotto il sole o la pioggia, può essere percepita come una perdita di tempo e quindi scoraggiare gli acquisti. Tuttavia, anche l’esperienza con lo shopping online non è sempre soddisfacente, complice l’altissima richiesta, anche da parte di quella fascia di popolazione che mai aveva acquistato tramite piattaforme eCommerce.

fast checkout significatoIn questo articolo pubblicato da Forbes, si legge come sia addirittura il 75% degli attuali clienti di siti di shopping online a non averlo mai sperimentato prima dell’emergenza COVID-19.

Il rischio di vedere calare la redditività, nonostante l’impressione opposta data dalle code fuori dai punti vendita, ha attivato la ricerca di soluzioni immediate da parte delle insegne della GDO. Vediamone alcune.

Fast checkout: significato ed esempi

Le corsie dedicate al fast checkout permettono di snellire le operazioni di pagamento, anche in situazioni normali, a cui ci auguriamo di tornare presto, di affollamento alle casse dei supermercati.

La possibilità di dotarsi di casse self o sistemi di self scanning riduce la necessità di contatto (e soprattutto di scambio di denaro contante) fra clienti e operatori e rappresenta una soluzione ideale, sia per ottimizzare i tempi, sia per garantire igiene e sicurezza.

Soluzioni elimina-code

Gli elimina-code sono totem posizionabili sia all’interno dei reparti, sia all’esterno del punto vendita, dotati di ampi display attraverso i quali i clienti possono ricevere maggiori informazioni sui prodotti. In situazioni di emergenza, come quella che stiamo vivendo, la soluzione DIGIpoint, ad esempio, può essere collocata prima dell’ingresso e offrire ai clienti in coda l’opportunità di inserire l'ordine dei prodotti freschi che desiderano acquistare, in modo da trovarli pronti e confezionati, una volta fatto il loro ingresso nel supermercato.

Come funziona il sistema? Scopri il passaggio successivo nel prossimo paragrafo.

Strumenti per gli ordini in store

OrderGO! del Gruppo DIGI è la soluzione per gli ordini in store dedicata ai sistemi integrati di confezionamento e pesatura. L’ordine effettuato dai clienti (in coda al banco in situazioni normali oppure in attesa di entrare nel punto vendita, in tempi di COVID-19) viene comunicato direttamente alla bilancia pesa alimenti e ricevuto dall’operatore dedicato al banco del fresco che può così confezionare, pesare ed etichettare il prodotto scelto e soddisfare la richiesta in tempi rapidi.


Tutte le soluzioni proposte in questo articolo non solo valide esclusivamente per questo periodo di emergenza - che tutti ci auguriamo abbia presto una conclusione - ma possono essere sfruttate anche in seguito, per garantire l’efficienza e la redditività dei punti vendita. Il fast checkout è già una realtà consolidata; oltreoceano esistono punti vendita (è il caso di Amazon Go) privi di casse, dove gli acquisti sono gestiti tramite app e monitorati grazie a sensori sugli scaffali e telecamere sul soffitto. Anche il self scanning si sta diffondendo e ha trovato il favore del pubblico, soprattutto di chi ha poco tempo e non lo vuole perdere in cassa.

Se desideri ricevere maggiori informazioni sulle soluzioni a disposizione, non esitare a richiedere una consulenza gratuita. Clicca qui!New Call-to-action

Argomenti: Retail, self checkout, casse automatiche, gdo

Nel blog dedicato a retail & GDO, puoi trovare consigli utili e restare aggiornato sulle novità per gestire al meglio i tuoi punti vendita, digitalizzando i processi per incrementare l’efficienza.

Iscriviti al Blog Retail per ricevere le notizie direttamente nella tua casella di posta!

Iscriviti alla newsletter

soluzioni self gdo

Post Recenti